lunedì 28 Novembre 2022
Home#newsInflazione: Bankitalia, perdita potere acquisto più marcata in Nord Est e Isole

Inflazione: Bankitalia, perdita potere acquisto più marcata in Nord Est e Isole

La povertà energetica, significativamente più alta nel Sud e nelle Isole, tenderebbe ad aggravarsi

L’inflazione è fortemente salita in Italia, risentendo principalmente del rincaro dei beni energetici. L’eterogeneità territoriale negli andamenti dell’inflazione si è accentuata nel 2022, con una perdita di potere d’acquisto più marcata nel Nord Est e nelle Isole. E’ quanto emerge dal report della Banca d’Italia ‘Economia delle regioni italiane. Dinamiche recenti e aspetti strutturali’, riferito ai primi sei mesi dell’anno.

Nel dettaglio, sul fronte delle imprese i rincari di energia e materie prime hanno determinato un significativo aumento dei costi di produzione. Circa la metà delle aziende industriali del Nord vi ha fatto fronte aumentando i prezzi di vendita; le imprese dei servizi hanno più spesso rinegoziato i contratti di fornitura, ridotto i livelli di attività e compresso i margini. Guardando alle famiglie, invece, nel primo semestre di quest’anno i rincari dei beni energetici hanno colpito soprattutto le famiglie meno abbienti. La povertà energetica, significativamente più alta nel Sud e nelle Isole, tenderebbe ad aggravarsi.

spot_img

PRIMO PIANO

IN EVIDENZA