lunedì 28 Novembre 2022
Home#innovazioneInnovazione: a Napoli Innovation Village con 16 idee finaliste

Innovazione: a Napoli Innovation Village con 16 idee finaliste

La fiera evento, punto di riferimento per il Sud per imprese, centri di ricerca e start up ospiterà per due giorni conferenze, workshop e talk all'insegna dell'innovazione


Dalle mosche soldato ai biomarcatori vocali nelle malattie respiratorie per ridurre i sintomi dell’asma, dall’utilizzo di lampadine intelligenti a nuovi screening per l’anemia, dall’uso del grafene nella produzione della pelle alla sostituzione di materiali di derivazione animale con materiali biotecnologici: sono solo alcune delle 16 innovazioni finaliste (221 i progetti presentati) che gareggeranno per contendersi, con un pitch di 4 minuti, il IV Innovation Award (11 premi e 7 menzioni del valore di 50 mila euro in totale tra premi in denaro, servizi e facilities). Lo scenario è quello di Innovation Village, la fiera evento al via oggi a Napoli, al Centro Congressi di Città della Scienza, ormai diventata un punto di riferimento per il Sud per imprese, centri di ricerca e start up.

Ormai alla sua settima edizione, la manifestazione organizzata da Knowledge for Business e sostenuta dalla Regione Campania, in collaborazione con Enea- Een Consor- An- Innovation Village vede lo svolgersi, per due giorni 27 e 28 ottobre, di conferenze, workshop, talk e un’area espositiva in corso, nella città Partenopea da anni riferimento per il mondo della ricerca a livello internazionale: il monitoraggio delle infrastrutture; le tecnologie dell’idrogeno per la transizione ecologica; l’innovazione protesica; le biofonderie: un modello di produzione sostenibile e circolare per il riuso e la valorizzazione degli scarti con il Centro Interdipartimentale di Ricerca sui Biomateriali dell’Università di Napoli.

“Se è vero che le strade dell’innovazione sono infinite, le sue traiettorie e opportunità sono imprevedibili. L’approccio di Innovation Village è molto selettivo e pragmatico, i finalisti del premio sono aziende e start up che abbiano tecnologie disruptive e progetti esecutivi pronti da sviluppare con elevato potenziale di mercato”, ha dichiarato Annamaria Capodanno, amministratrice di K4Business società organizzatrice dell’evento.

spot_img

PRIMO PIANO

IN EVIDENZA