lunedì 28 Novembre 2022
Home#newsNel 2021 forte divario tra Sud e Nord in occupazione e istruzione

Nel 2021 forte divario tra Sud e Nord in occupazione e istruzione

Lo evidenza un rapporto Istat

Nel Mezzogiorno, nel 2021, il tasso di occupazione è risultato molto più basso che nel resto del Paese e quello di disoccupazione molto più alto anche tra chi ha un titolo di studio elevato: il tasso di occupazione dei laureati è pari al 73,5% (13 punti inferiore a quello del Nord) e quello di disoccupazione è 8,2% (superiore di cinque punti). Nel Mezzogiorno, tuttavia, i vantaggi occupazionali dell’istruzione sono superiori rispetto al Centro-nord, in particolare tra le donne che raggiungono un titolo terziario. Lo evidenzia l’Istat in un rapporto relativo al 2021.

La popolazione (25-64 anni) residente nel Mezzogiorno, si legge nel documento, è meno istruita rispetto a quella del Centro-nord: il 38,1% ha il diploma di scuola secondaria superiore e solo il 16,4% ha raggiunto un titolo terziario; nel Nord e nel Centro circa il 45% è diplomato e più di uno su cinque è laureato (21,1% e 23,7% rispettivamente). Il divario territoriale nei livelli di istruzione riguarda uomini e donne, sebbene sia più marcato per la componente femminile.

spot_img

PRIMO PIANO

IN EVIDENZA