sabato 13 Agosto 2022
Home#culturaLa lettura per fare rete nel Mezzogiorno: Con il Sud e il...

La lettura per fare rete nel Mezzogiorno: Con il Sud e il Centro per il libro stanziano 1 mln

Biblioteche e Comunità: il bando di Fondazione Con il Sud e il Centro per il libro e la lettura, insieme ad Anci scade il 16 settembre

La lettura per ‘fare rete al Sud: è stato appena varato dalla Fondazione con il Sud “Biblioteche e Comunità” per valorizzare il ruolo delle biblioteche comunali nel Mezzogiorno come luoghi di inclusione sociale e spazi di rigenerazione urbana. Con questo obiettivo prende il via questa seconda edizione del Bando svolto dall’Istituto insieme al Centro per il libro e la lettura, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci). Fino a un milione di euro le risorse disponibili: 500mila euro sono messi a disposizione dalla Fondazione, gli altri 500 mila dal Centro per il libro e la lettura, a valere sul Fondo per la promozione del libro e della lettura.

Il Bando è rivolto alle organizzazioni del Terzo settore e punta a sostenere progetti socio-culturali che coinvolgano le biblioteche nei comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia che hanno ottenuto la qualifica di “Città che legge”per il biennio 2020-2021. I progetti, della durata di 24 mesi, dovranno essere orientati a produrre un cambiamento nel rapporto tra istituzione bibliotecaria e territorio, avviando processi che includano il miglioramento dell’accesso agli spazi (extra-orario, serale, nel fine settimana), al patrimonio bibliotecario (letterario, audiovisivo, musicale, multimediale, Ict etc.) e ai servizi di supporto alla lettura e allo studio. Ed inoltre occorrono modalità innovative di partecipazione, confronto e coinvolgimento delle persone svantaggiate, tradizionalmente escluse dai processi culturali.

“Partire dalla cultura per generare coesione sociale e, dunque, sviluppo. È l’intento del bando -ha dichiarato Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione Con il Sud- che per la seconda volta, attraverso una proficua collaborazione tra pubblico e privato sociale, portiamo avanti in concreto. Lo facciamo puntando su valorizzazione e potenziamento delle biblioteche comunali, presidi importantissimi non solo di cultura, ma anche di incontro, scambio e crescita umana”.

Partecipazione è aperta fino al 16 settembre per chi provvisto di requisiti

Il progetto mira a favorire la crescita “di reti territoriali senza le quali qualunque iniziativa legata al mondo del libro e della lettura è destinata a risultare astratta o deperire rapidamente -ha affermato il presidente del Centro per il libro e la lettura Marino Sinibaldi- Le comunità devono sentire come propri i luoghi della lettura, in particolare le biblioteche che sono i nodi cruciali di questa rete e i luoghi principali di accesso a un diritto che è elemento fondamentale di cittadinanza”.

Secondo dati Istat 2021, sono 7.425 le biblioteche pubbliche e private, statali e non statali, aperte al pubblico in Italia nel 2019 (escluse quelle scolastiche e universitarie). Il 58,3% del totale dei comuni ne ha almeno una; due su tre (il 68,5%) sono civiche a titolarità comunale e più della metà è al Nord (58,3%). Secondo l’Osservatorio sulla povertà educativa Con i Bambini – Openpolis, le biblioteche che dichiarano una apertura al pubblico superiore alle 40 ore settimanali sono il 15,4% nel centro Italia, il 9,4% nel nord-est, il 7,7% nelle isole, il 6,8% nel nord-ovest e il 6,6% al Sud.

Per partecipare al bando è necessaria la creazione di un partenariato composto da almeno tre organizzazioni: una del terzo settore (soggetto richiedente), una o più biblioteche comunali e un’altra organizzazione che potrà appartenere al mondo del terzo settore, delle istituzioni, delle imprese e della scuola, dell’università e della ricerca. I progetti ritenuti meritevoli e in linea con gli obiettivi del bando potranno ricevere un contributo massimo di 100mila euro (fino al completo utilizzo delle risorse disponibili). Il finanziamento non potrà superare l’80% del costo complessivo del progetto stesso. Le proposte dovranno essere presentate attraverso la piattaforma Bandi del Centro per il libro e la lettura https://bandi.cepell.it/ entro e non oltre le 13 del giorno 16 settembre 2022.

spot_img

PRIMO PIANO

IN EVIDENZA