mercoledì 30 Novembre 2022
Home#newsRegione Calabria: 18 mln per 7.500 tirocini destinati a giovani disoccupati

Regione Calabria: 18 mln per 7.500 tirocini destinati a giovani disoccupati

Con il programma Garanzia Giovani saranno attivati due tipi di tirocinio extra-curriculari per i giovani calabresi disoccupati

Sono 17 milioni e 700mila euro le risorse che la Regione Calabria, nell’ambito del Programma Garanzia Giovani, destinerà per l’avvio di 7.500 tirocini calabresi che coinvolgeranno giovani calabresi disoccupati tra i 18 ed i 29 anni e tra i 18 e 34 anni. “Il programma – spiega il vicepresidente della Regione Calabria, Giusi Principrevede l’erogazione di un’indennità pari a 400 euro mensili, di cui 100 a carico dell’azienda e 300 a carico della Regione Calabria, per un massimo 6 mesi. Nel caso di soggetti svantaggiati o persone con disabilità, l’indennità sale a 500 euro mensili, a totale carico della Regione, e per un massimo di 12 mesi”.

Dal prossimo lunedì, 13 giugno, via all’accreditamento presso le aziende ospitanti, quando sarà ufficialmente accessibile la piattaforma dedicata a ricevere le domande dei soggetti interessati ed idonei ad ospitare e promuovere tirocini extracurriculari, anche in mobilità geografica. “Si tratta – sottolinea Princi – di una misura di politica attiva per il lavoro che segna di fatto una fase di transizione tra scuola e lavoro, consentendo a tantissimi giovani calabresi di avvicinarsi al mondo lavorativo, mediante una formazione retribuita e a diretto contatto con il sistema produttivo. Sin dall’inizio del nostro mandato, il Presidente Occhiuto ha voluto che attuassimo azioni volte sì a dare risposte per il presente ma soprattutto investendo sul futuro”.

E infatti – conclude – tramite Garanzia Giovani daremo risposte che guardano contestualmente all’oggi e al domani. Due le tipologie di tirocinio extra-curriculari che potranno essere attivate: regionali, svolte in aziende con sede operativa localizzata nel territorio della Regione Calabria; in mobilità interregionale, svolte in aziende con sede operativa in una regione diversa da quella di residenza del tirocinante”.

spot_img

PRIMO PIANO

IN EVIDENZA