sabato 3 Dicembre 2022
Home#economiaLa Regione Calabria a sostegno delle imprese femminili

La Regione Calabria a sostegno delle imprese femminili

Pubblicato l'avviso per sostenere creazione e sviluppo di imprese femminili innovative. Domande a partire dall'8 marzo: l'avviso e la documentazione per partecipare

La Regione Calabria, con il presente Avviso, intende promuovere l’adozione e l’utilizzazione di nuove tecnologie nelle piccole imprese per favorire l’introduzione di innovazione nei processi produttivi e nell’erogazione di servizi al fine di incrementarne la produttività. Il sostegno alla diffusione dell’innovazione presso il sistema produttivo, specialmente alle imprese di più piccola dimensione, meno reattive nell’introduzione di innovazioni, consente una maggiore adattabilità alle dinamiche di mercato (flessibilità, rapidità e sviluppo di network).

Più specificamente, attraverso l’Avviso, la Regione si propone di sostenere la creazione e lo sviluppo di imprese femminili che presentino progetti caratterizzati da elementi di innovatività, promuovendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile.

“La Regione Calabria – afferma l’assessore regionale allo Sviluppo economico e agli Attrattori culturali Rosario Varì vuole supportare fattivamente l’innovazione nei processi produttivi coniugandola con una quanto mai necessaria spinta all’imprenditoria femminile. Non è una data scelta a caso, quella dell’8 marzo. È giunto il momento di trasformare l’imprenditoria femminile in un cardine della nostra economia.

Progetti a contenuto innovativo

Gli investimenti oggetto del sostegno concesso con il presente Avviso devono possedere elementi relativi ad almeno una delle sottostanti caratteristiche d’innovazione:

  • Innovazione di processo/prodotto/servizio, ovvero la realizzazione di metodi innovativi di produzione o di distribuzione, attraverso l’utilizzo di tecniche e/o attrezzature innovative nel contesto produttivo regionale;
  • Innovazione organizzativa, intesa come utilizzo di metodi innovativi nella gestione delle risorse umane con ricadute positive in termini di conciliazione tempi di vita/tempi di lavoro, oppure innovazione organizzativa tramite di nuovi metodi che hanno lo scopo di aumentare le prestazioni dell’impresa, migliorandone la produttività e/o riducendone i costi di gestione;
  • Innovazione di marketing, ovvero l’implementazione di nuove metodologie di marketing che comportino significativi cambiamenti nella promozione dei prodotti o nelle politiche di prezzo, con esclusione delle spese di pubblicità. Perché possa essere considerata innovativa, la metodologia di marketing deve essere innovativa nel contesto produttivo regionale;
  • Eco – innovazione, ovvero investimenti volti a favorire l’ottimizzazione delle performance ambientali aziendali attraverso la riduzione significativa degli impatti delle attività produttive sia a livello di processo sia di prodotto;
  • Safety‐innovazione, ovvero investimenti volti a garantire i migliori livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro e di responsabilità sociale dell’impresa.

Beneficiari

Possono presentare domanda a valere sul presente Avviso le Piccole imprese femminili, per come definite in allegato 1 al Reg. 651/2014 ed al par. 1.5 comma 1, non quotate, iscritte da meno di cinque anni al registro delle imprese. Nel caso di imprese non costituite al momento della presentazione della domanda, i soggetti proponenti si impegnano alla sua costituzione nelle modalità previste dal richiamato Reg 651 ed entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’elenco definitivo dei beneficiari.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria è pari a € 5.700.000,00.

Forma e intensità del contributo

Gli aiuti sono concessi nella forma di contributo in conto capitale sulla base di una procedura valutativa a sportello. Gli aiuti sono concessi in conformità con le disposizioni di cui all’Art. 22 del Reg. 651/2014. Il presente avviso esclude il pagamento dell’aiuto a favore di un’impresa destinataria di un ordine di recupero pendente per effetto di una precedente decisione della Commissione che dichiara un aiuto illegale e incompatibile con il mercato interno.

L’intensità dell’aiuto concedibile, in relazione alle spese ammissibili di cui al comma 1 del par. 3.4, è pari all’80%. L’importo massimo di aiuto concedibile è pari a € 400.000.

La domanda va presentata dall’8 marzo al 6 aprile

Le domande, compilate secondo il modulo Allegato 1, unitamente alla documentazione di cui al par. 4.4 dell’Avviso ed al Formulario Allegato 2, devono essere inviate utilizzando tassativamente la piattaforma informatica che sarà resa disponibile sul sito Calabria Europa e sul sito FINCALABRA a partire dalle ore 10,00 del 08/03/2022 e fino alle ore 13,00 del 06/04/2022.

Esame delle domande

Le domande presentate saranno esaminate sulla base della ricevibilità, della ammissibilità e della valutazione di merito.

Informazioni e contatti

Per informazioni e chiarimenti sull’ Avviso e sulle relative procedure è possibile contattare:

Dott. Bruno Stella

Dipartimento: Sviluppo Economico ed Attrattori Culturali

Settore: Promozione Imprenditoria, CCIAA, Industria e PMI – Incentivi, Green Economy, Ricerca e Innovazione – START UP e SPIN OFF

Indirizzo e-mail: b.stella@regione.calabria.it

Le informazioni e i chiarimenti potranno essere richiesti fino a cinque giorni prima della data di scadenza dell’Avviso.

Tutte le informazioni sono prese dal sito della Regione Calabria.

redazionehttps://sudefuturi-magazine.it/
IL MEZZOGIORNO AL CENTRO DELLA NOTIZIA
spot_img

PRIMO PIANO

IN EVIDENZA