domenica 14 Agosto 2022
Home#economiaEnti locali, Legge di Bilancio aggiunge 300 mln per progettazione

Enti locali, Legge di Bilancio aggiunge 300 mln per progettazione

Gli Enti locali potranno contare su 300 milioni di euro per la progettazione di opere nell’ambito del PNRR e di lavori di messa in sicurezza del territorio, di strade, ponti e viadotti, scuole ed edifici pubblici

La Legge di Bilancio aggiunge 300 milioni di euro al Fondo per la progettazione definitiva ed esecutiva dei Comuni. Con la nuova iniezione di risorse, disposta dalla Legge di Bilancio per il 2022, la dotazione arriva a 2,5 miliardi di euro.

le priorità per assegnazione risorse: privilegiate opere finanziate da PNRR


La Legge di Bilancio 2022 modifica anche le priorità da seguire per l’assegnazione delle risorse, privilegiando le opere finanziate dal PNRR.
In particolare, le risorse saranno assegnate in via prioritaria alla progettazione dei seguenti interventi:
a) opere pubbliche nell’ambito del PNRR;
b) messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico;
c) messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti;
d) messa in sicurezza ed efficientamento energetico degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici, e di altre strutture di proprietà degli Enti.

le richieste da inviare entro il 15 marzo 2022


La richiesta deve contenere:
a) la tipologia dell’opera, che può essere relativa a:
– manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico, anche comprese la demolizione di opere abusive realizzate da privati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire e la sistemazione delle pertinenti aree;
– miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia di immobili pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali e culturali, educativi e didattici, ovvero alla promozione delle attività culturali e sportive;
– mobilità sostenibile;
b) il quadro economico dell’opera, il cronoprogramma dei lavori, nonché le informazioni riferite al codice unico di progetto (CUP) e ad eventuali forme di finanziamento concesse da altri soggetti sulla stessa opera.
c) nel caso di comuni in forma associata, l’elenco dei comuni che fanno parte della forma associativa.


Gli Enti locali dovranno inviare le richieste entro il 15 marzo 2022 e il Ministero dell’Interno stilerà la graduatoria entro il 15 aprile 2022.

redazionehttps://sudefuturi-magazine.it/
IL MEZZOGIORNO AL CENTRO DELLA NOTIZIA
spot_img

PRIMO PIANO

IN EVIDENZA