mercoledì 22 Settembre 2021
Home#culturaSicilia, a Catania mostra 'Etna 1669. Storie di lava'

Sicilia, a Catania mostra ‘Etna 1669. Storie di lava’

Il 28 giugno sarà inaugurata la mostra per ricordare i 350 anni dalla straordinaria eruzione dell’Etna. Musumeci: "Per noi polo di attrazione turistica, da tutelare e promuovere"

Verrà inaugurata lunedì 28 giugno a Catania la mostra ‘Etna 1669. Storie di lava‘ ospitata nel Palazzo centrale dell’Università. Voluta e finanziata dalla Regione siciliana, che ha affidato alla cura della Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali etnea, in collaborazione con l’Ateneo catanese e con la partecipazione dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia – Osservatorio etneo, l’esposizione conclude la rassegna di eventi, realizzati nel corso del 2019, per ricordare i 350 anni dalla straordinaria eruzione dell’Etna, tra le più estese e documentate nella storia, ancora presente nella memoria collettiva. A tagliare il nastro saranno il presidente della Regione Nello Musumeci e il rettore dell’Università Francesco Priolo.

un ricco patrimonio artistico e scientifico, anche inedito

Il percorso espositivo ripercorre la storia del fenomeno eruttivo, documentato nelle cronache del tempo, descrivendo lo stravolgimento del territorio etneo e le conseguenze sugli abitanti. In mostra preziose opere salvate dalla popolazione in fuga al sopraggiungere della lava, cronache del tempo, un ricco patrimonio documentale, artistico e scientifico, in parte inedito, e ancora oggi prezioso strumento per la ricerca scientifica del territorio etneo.

Gli oggetti e i libri esposti provengono da collezioni di musei, biblioteche e chiese della provincia di Catania e da collezioni private. A una sezione storica si affianca quella squisitamente scientifica, nella quale i diversi dipartimenti universitari documentano le recenti e multidisciplinari attività di ricerca condotte nelle aree Etnee.

Di particolare impatto la sezione real time curata dell’Ingv-Osservatorio etneo, che mostrerà – in tempo reale – la rete di monitoraggio delle aree vulcaniche della Sicilia. La mostra, a ingresso gratuito, rimarrà aperta fino al 30 ottobre.  “L’Etna per noi – sottolinea il presidente della Regione Musumeci – non è solo un pianeta ancora da studiare e da scoprire, ma anche un impareggiabile polo di attrazione turistica, da tutelare e promuovere. Ecco perché abbiamo deciso di dedicargli la chiusura della rassegna avviata due anni fa, ma anche di intraprendere la realizzazione a Catania del primo vero museo del vulcano, nel plesso centrale dell’ex ospedale Vittorio Emanuele“.

spot_img

IN EVIDENZA